Con l'aggiornamento odierno viene reso disponibile la funzione di emissione di una fattura attiva soggetta a ritenuta acconto (per esempio una consulenza fornita a un condominio).

Per poter procedere devono essere prima impostate alcune parametrizzazioni.

Per prima cosa si deve creare un codice di risorsa apposito da usare per la fatturazione (consigliato sotto informazioni).
Creato il codice selezionare il menù Dati Gestionali - Pianificazione e spuntare la voce "Imponibile Rit.Acc." e/o "Imponibile Enasarco" in alto a destra della maschera aperta.

Le selezioni indicano al sistema se gli imponibili devono essere assoggettati a ritenuta e/o enasarco.


Nei Parametri Aziendali - Parametri Generali - Dati Aziendali impostare le seguenti voci:

  • Agente Monomandatario - False per Plurimandatario, Vero per Monomandatario
  • Codice Ritenuta Acconto - Codice della tabella Ritenute irpef per il calcolo della ritenuta irpef
  • Codice Ritenuta Previdenziale - Codice della tabella Ritenute INPS per il calcolo dei contributi previdenziali, se non soggetti selezionare la causale predefinita "00"
  • Conto Cassa Enasarco - Codice conto su cui registrare il debito verso Enasarco per i contributi propri
  • Conto Cassa Previdenziale - Codice conto su cui registrare il debito verso INPS per i contributi propri
  • Conto Costo Enasarco - Codice conto su cui registrare il costo Enasarco
  • Conto Ritenute Acconto Subite - Codice conto su cui registrare il credito verso Erario per i contributi versati dal committente.
  • Società di Capitale - Indicare se l'azienda è società di capitale.
  • Soggetto a Ritenuta Enasarco - Indicare se l'azienda è soggetta ai contributi Enasarco.





La contabilizzazione della fattura registrerà una normale fattura ma con la scadenza diminuita dell'importo delle ritenute calcolate.

Nel caso dell'Enasarco verrà contestualmente registrato il costo complessivo enasarco in dare e in avere la quota mandante, scalata dal credito del cliente, e il debito verso Enasarco per la quota agente.

All'atto dell'incasso del documento verrà rilevata la ritenuta sul conto di credito verso erario.

La causale contabile, relativa a questo tipo di fattura, deve essere impostata con il flag su Ritenute.

N.B.:
Per avere il dettaglio delle ritenute e gli importi corretti in stampa fattura si deve modificare la stampa.
In alternativa si potrebbe impostare un tipo documento fattura a sè con relativa stampa e causale.

Contattare l'assistenza in caso di ulteriori informazioni.

Tags: , ,

Sol.Din. Novità

Con l'aggiornamento del framework.NET può capitare il seguente errore durante l'apertura dell'amministrazione Sol.Din.

Per risolvre il problema aprire il file C:\Program Files (x86)\SolDin\Prog\SDAdmin1.exe.config e rimuovere la parte evidenziata:

 

Tags: ,

Pubblicato modifica a procedura di generazione dati per comunicazione dati (Spesometro) per generazione delle dichiarazioni mensili per operazioni effettuate nei confronti di soggetti residenti in paesi inseriti nelle black list.

Tags: , ,

Sol.Din. Novità

Note di variazione di sola IVA.

by paolo13. dicembre 2013 09:22

Nel caso di un fallimento in cui non si possa incassare l'iva fatturata si può procedere ad emettere una nota di credito ai soli fini iva.

In questo caso si deve creare un codice iva apposito con l'aliquota desiderata come se fosse un'aliquota normale e spuntare la casella SoloIva.

Nel documento Nota di Credito si inseriranno le quantità/prezzo per ottenere l'imponibile di calcolo desiderato e si utilizzerà il codice iva predentemente creato.

Il risultato sarà una nota di credito come le altre con il corpo fattura che evidenzia importi e quantità mentre nel castelletto iva e nel totale documento sarà valorizzato il solo importo dell'iva.

La successiva contabilizzazione creerà una registrazione contabile con il cliente in avere e l'importo dell'iva in dare.

Tags: ,

Sol.Din. Novità

Sconti in merce

by paolo28. novembre 2013 08:12

Apportata modifica alla gestione degli sconti in merce.

Su un rigo di movimento, se si sceglie l'opzione sconto in merce, il sistema imposterà automaticamente il codice iva del fuori campo (art. 15) che può essere impostato nei parametri aziendali / parametri generali / registri iva alla voce "Art. 15 per sconto in merce".

Rispetto a prima in cui il sistema non considerava lo sconto in merce adesso viene evidenziato nelle registrazioni contabili con un giroconto a chiusura come per gli omaggi tradizionali.

Tags: ,

Sol.Din. Novità

Posta Certificata

by paolo15. novembre 2013 12:03

Nella maschera delle anagrafiche è stato aggiunto il campo per memorizzare l'indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata)

Si trova sotto il campo della email tradizionale.

Disponibile con aggiornamenti a partire dal 15.11.2013

Tags: ,

Sol.Din. Novità

Per la comunicazione delle operazioni relative all’anno 2012, i canali Entratel e Fisconline rimarranno aperti fino al 31 gennaio 2014. Entro lo stesso termine si potranno inviare anche gli eventuali file che annullano o sostituiscono i precedenti invii.

ComunicatoStampa20131107.pdf (43,71 kb)

Link del comunicato stampa al sito dell'Agenzia delle Entrate

Tags: , ,

Sol.Din. Novità

In seguito all'uscita, sul sito dell'Agenzia delle Entrate, delle procedure di controllo abbiamo aggiornato le procedure dello spesometro.

Abbiamo provveduto ad aggiornarVi e si consiglia di rielaborare le presentazioni al fine di ottenere dei file corretti e validati.

E' stata inserita la possibilità di esportare in Excel il quadro visualizzato.

Nelle stampe dei riepiloghi iva per codice abbiamo aggiunto una stampa per nominativo che fornisca i totali iva per soggetto.

Si ricorda di aggiornare il "Codice Attività x Allegati Iva" e la data di impegno dell'itermediario nei Parametri Aziendali/Parametri Generali/Flussi Elettronici.

Nel caso di errore nell'invio del file per aver supporto dovrete inviare il file presentato e il risultato della verifica fornito dal programma dell'Agenzia delle Entrate.

Tags: ,

Sol.Din. Novità

Abbiamo rilevato un'errore nell'estrazione delle note di credito.

Non vengono rilevate le note di credito che erano state agganciate alla relativa fattura come da disposizioni del precedente spesometro (anno 2011)

Abbiamo provveduto a correggere e a inviare gli aggiornamenti ai clienti.

Chi si trovasse nel caso sopraindicato deve rielaborare la comunicazione.

Tags:

Generale | Sol.Din. Novità

Abbiamo pubblicato degli aggiornamenti al programma per la generazione dello spesometro e i motori di aggiornamento hanno provveduto ad aggiornare tutti i clienti.

Le elaborazioni dello spesometro effettuate a oggi devono essere rigenerate per poter recepire i nuovi aggiornamenti.

Domande e risposte generali.

Per poter escludere dallo spesometro un cliente/Fornitore nella sezione Dati Contabili si può spuntare la voce "Escludi da Spesometro".

Nella tabella iva ci sono due campi:
No Spesometro: se spuntato il codice iva relativo non viene considerato nello spesometro.
Iva Non Esposta: da spuntare se si tratta di codice iva usato per il regime dei margini.

Nello specifico dell'elaborazione aggregata vengono considerati:


Quadro FA
movimenti attivi e passivi di anagrafe con stato ITALIA
non vengono prese le autofatture generate da intrastat o reverse charge
se stato italia e non è presente codice fiscale valido e partita iva viene considerato come documento riepilogativo.

Quadro SA
vengono rilevati i corrispettivi di importo superiore a 3.600 euro ivati che devono essere inseriti tramite la voce di menù "Corrispettivi superiori a 3000 euro", previo inserimento in anagrafe clienti dei dati del soggetto interessato.

Quadro BL
vengono rilevati i movimenti effettuati nei confronti di soggetti non residenti e quindi con uno Stato in anagrafica che non sia Italia e non sia un paese Intracee o compreso nelle BlackList (Paesi a fiscalità privilegiata). La configurazione dello stato di intraCee o BlackList è impostabile sullo Stato in Anagrafica Stati.

Tags: ,

Sol.Din. Domande | Sol.Din. Novità