Per l'invio di una fattura elettronica è indispensabile avere la pec o il codice identificativo SDI del cliente.

Attenzione! Il codice identificativo SDI delle aziende è di 7 caratteri e ha uno scopo differente dal codice univoco delle P.A. che è di 6 caratteri. Il codice univoco PA è da inserire obbligatoriamente all'interno delle dipendenze mentre il codice SDI delle aziende si inserisce nella maschera principale di anagrafica o nelle dipendenze (nel campo relativo) nel caso di più pec o identificativi.

Per chi ha acquistato il modulo di Sol.Din. di Fatturazione Elettronica è disponibile la maschera "Verifica presenza codice SDI su Anagrafiche"

 

 

in questa maschera è possibile visualizzare l'elenco dei clienti, attivi e con stato Italia, senza pec o codice identificativo (anche filtrando per movimentati solo a partire da una certa data).

Per ogni cliente si può compilare il campo pec e/o codice identificativo che aggiornerà la relativa anagrafica e, su aggiorna, verranno presentati solo i non compilati.

 

Selezionando la casella sul lato sinistro dell'elenco, avendo a disposizione la email del soggetto, (tasto destro sull'elenco per selezionare tutti) premendo il pulsante "Richiedi Dati" verrà inviata una email al cliente con il seguente testo:

Gentile cliente,

la Legge di Bilancio 2018 ha previsto, con decorrenza 1° gennaio 2019, l'obbligo della fatturazione elettronica per le cessioni di beni e le prestazioni di servizio anche tra privati.

Al fine di poter adempiere al suddetto obbligo, con la presente siamo cortesemente a richiedere il Suo codice univoco o il Suo indirizzo di posta certificata(PEC), da usare tramite il SISTEMA DI INTERSCAMBIO(SDI), compilando il seguente modulo

con un link da premere.

Il link aprirà la seguente pagina web dove l'utente, compilati i campi, su pressione del pulsante "INVIA" procederà automaticamente all'aggiornamento dei dati anagrafici in Anagrafica Azienda senza necessitare di intervento da parte dell'operatore

 

Tags: , ,

Sol.Din. 3.0 | Sol.Din. Novità

Per poter visualizzare una fattura elettronica ricevuta tramite PEC direttamente in SolDin dovreste per prima cosa salvare l'allegato della email sul proprio pc, aprire il nuovo gruppo nel menù chiamato "Fatturazione Elettronica" e poi selezionare la voce "Importazione manuale Fatture Elettroniche".

Si aprirà la seguente maschera:

A questo punto potete trascinare il file salvato direttamente nella maschera oppure selezionarlo tramite il pulsante "Apri". Fatta questa operazione la fattura sarà visibile nella maschera "Ricezione Fatture Elettroniche"

(Gli utenti che hanno attivo il servizio con IX e hanno comunicato il proprio codice SDI all'Agenzia delle Entrate si ritroveranno le fatture direttamente nella maschera "Ricezione Fatture Elettroniche"

 

 In questa maschera verranno elencate le fatture ricevute/importate con indicazione dei dati principali e possibilità di visualizzare la fattura nel formato standard dell'Agenzia delle Entrate o nel formato semplificato (solo se iscritti al servizio IX). Per stampare il documento fare clic destro del mouse sul documento e poi selezionare stampa.

Possono essere visualizzati o salvati gli eventuali allegati presenti nel file.

Da questa maschera, cliccando sul pulsante a tre linee (hamburger), si potrà procedere all'eventuale codifica del nuovo fornitore  (solo se si ha acquistato il modulo avanzato di Sol.Din. per le Fatture Elettroniche) o procedere alla sua contabilizzazione. (funzione attualmente non disponibile ma che sarà rilasciata entro la fine dell'anno)

 

 

 

Tags: ,

Sol.Din. 3.0 | Sol.Din. Novità