Con aggiornamento viene resa disponibile la stampa del riepilogo annuale delle fatture emesse a soggetti in regime di Scissione dei Pagamenti (Split Payment)

La voce di menù aggiunta si chiama "Riepiloghi iva Split Payment"

Tags: , , , ,

Sol.Din. Novità

Abbiamo apportato una modifica alla registrazione delle fatture passive in reverse charge permettendo la gestione di fatture miste, soggette a iva e reverse charge.

Nel castelletto iva e nel dettaglio costi si devono inserire gli importi suddivisi togliendo il relativo segno di spunta dalla riga soggetta a regime iva ordinario come da esempio sotto riportato.

 

 

Tags: ,

Sol.Din. Novità

In merito alla fatturazione elettronica, nel caso di fatturazione senza applicazione dell'iva, si deve verificare la corretta compilazione della tabella anagrafica dell'Iva. Anagrafiche di Base - Anagrafiche Contabili - Tabella Iva

Per ogni codice iva ci sarà la presenza di un campo denominato "Fatt.PA Nat.Iva" (in basso a destra). Per chi non è soggetto verificare la coerenza del valore presente ed eventualmente correggere o inserire se mancante.

Si ricorda inoltre che il bollo per le fatture esenti è a carico dell'emittente e deve essere indicato l'assoggetamento a bollo sul codice iva relativo nel campo bollo indicando l'importo del bollo stesso.

Tags: , , ,

Sol.Din. Novità

Con l'introduzione dell'obbligo dell'invio della comunicazione dell'emissione della dichiarazione di intento da parte dell'acquirente abbiamo introdotto la gestione telematica dei flussi elettronici verso l'agenzia delle entrate.

Dopo l'aggiornamento si avrà a disposizione la nuova cartella di menù Telematico.

All'interno sarà presente la maschera per l'inserimento dei dati del firmatario delle dichiarazioni (se l'azienda è diversa da persona fisica), l'anagrafica delle relative cariche e la maschera per la gestione degli invii telematici.

Attualmente è presente la procedura per la dichiarazione di intento, e prossimamente verranno aggiunte le varie procedure richieste dall'agenzia delle entrate e spostata la procedura per lo spesometro.

Agenzia delle Entrate, documentazione Modello IVI - Diciarazioni di intento.

 

Tags: , , , ,

Sol.Din. Novità

Split Payment

by Paolo Quaglia20. gennaio 2015 15:36

L’art. 1 comma 629 della legge di stabilità 2015, introducendo il nuovo art. 17-ter del DPR 633/72, ha previsto un nuovo meccanismo di assolvimento dell’IVA per le operazioni nei confronti dello Stato e degli enti pubblici, fatta eccezione per le prestazioni soggette a ritenuta d’acconto a titolo di IRPEF (è il caso dei professionisti).

In base al nuovo meccanismo, l’ente pubblico destinatario dell’operazione:

- liquida al fornitore il solo corrispettivo pattuito;

- versa l’IVA direttamente all’Erario (mediante modalità operative ancora da definirsi).

Stando a quanto prescritto dall’art. 1 comma 632 della legge di stabilità 2015, il nuovo regime “trova comunque applicazione per le operazioni per le quali l’IVA è esigibile a partire dal 1º gennaio 2015”.

 

In seguito alla nuova normativa è stato inserito un nuovo campo nell’anagrafica del cliente per la gestione dello split payment. (i clienti già impostati a iva differita vengono automaticamente convertiti a split payment)

In seguito alla contabilizzazione di una fattura soggetta a split payment verrà effettuata una registrazione

Iva a debito A Cliente per la parte relativa all’iva.

Nei registri iva vendite la fattura verrà evidenziata con una lettera S

Nella liquidazione verrà fatto il riepilogo generale e detratto dall’iva a debito la parte di iva soggetta al regime di split payment fornendo l’importo corretto di iva da versare.

Tags: ,

Sol.Din. Novità

Pubblicato modifica a procedura di generazione dati per comunicazione dati (Spesometro) per generazione delle dichiarazioni mensili per operazioni effettuate nei confronti di soggetti residenti in paesi inseriti nelle black list.

Tags: , ,

Sol.Din. Novità

Nel caso di un fallimento in cui non si possa incassare l'iva fatturata si può procedere ad emettere una nota di credito ai soli fini iva.

In questo caso si deve creare un codice iva apposito con l'aliquota desiderata come se fosse un'aliquota normale e spuntare la casella SoloIva.

Nel documento Nota di Credito si inseriranno le quantità/prezzo per ottenere l'imponibile di calcolo desiderato e si utilizzerà il codice iva predentemente creato.

Il risultato sarà una nota di credito come le altre con il corpo fattura che evidenzia importi e quantità mentre nel castelletto iva e nel totale documento sarà valorizzato il solo importo dell'iva.

La successiva contabilizzazione creerà una registrazione contabile con il cliente in avere e l'importo dell'iva in dare.

Tags: ,

Sol.Din. Novità

Per la comunicazione delle operazioni relative all’anno 2012, i canali Entratel e Fisconline rimarranno aperti fino al 31 gennaio 2014. Entro lo stesso termine si potranno inviare anche gli eventuali file che annullano o sostituiscono i precedenti invii.

ComunicatoStampa20131107.pdf (43,71 kb)

Link del comunicato stampa al sito dell'Agenzia delle Entrate

Tags: , ,

Sol.Din. Novità

In seguito all'uscita, sul sito dell'Agenzia delle Entrate, delle procedure di controllo abbiamo aggiornato le procedure dello spesometro.

Abbiamo provveduto ad aggiornarVi e si consiglia di rielaborare le presentazioni al fine di ottenere dei file corretti e validati.

E' stata inserita la possibilità di esportare in Excel il quadro visualizzato.

Nelle stampe dei riepiloghi iva per codice abbiamo aggiunto una stampa per nominativo che fornisca i totali iva per soggetto.

Si ricorda di aggiornare il "Codice Attività x Allegati Iva" e la data di impegno dell'itermediario nei Parametri Aziendali/Parametri Generali/Flussi Elettronici.

Nel caso di errore nell'invio del file per aver supporto dovrete inviare il file presentato e il risultato della verifica fornito dal programma dell'Agenzia delle Entrate.

Tags: ,

Sol.Din. Novità

Abbiamo pubblicato degli aggiornamenti al programma per la generazione dello spesometro e i motori di aggiornamento hanno provveduto ad aggiornare tutti i clienti.

Le elaborazioni dello spesometro effettuate a oggi devono essere rigenerate per poter recepire i nuovi aggiornamenti.

Domande e risposte generali.

Per poter escludere dallo spesometro un cliente/Fornitore nella sezione Dati Contabili si può spuntare la voce "Escludi da Spesometro".

Nella tabella iva ci sono due campi:
No Spesometro: se spuntato il codice iva relativo non viene considerato nello spesometro.
Iva Non Esposta: da spuntare se si tratta di codice iva usato per il regime dei margini.

Nello specifico dell'elaborazione aggregata vengono considerati:


Quadro FA
movimenti attivi e passivi di anagrafe con stato ITALIA
non vengono prese le autofatture generate da intrastat o reverse charge
se stato italia e non è presente codice fiscale valido e partita iva viene considerato come documento riepilogativo.

Quadro SA
vengono rilevati i corrispettivi di importo superiore a 3.600 euro ivati che devono essere inseriti tramite la voce di menù "Corrispettivi superiori a 3000 euro", previo inserimento in anagrafe clienti dei dati del soggetto interessato.

Quadro BL
vengono rilevati i movimenti effettuati nei confronti di soggetti non residenti e quindi con uno Stato in anagrafica che non sia Italia e non sia un paese Intracee o compreso nelle BlackList (Paesi a fiscalità privilegiata). La configurazione dello stato di intraCee o BlackList è impostabile sullo Stato in Anagrafica Stati.

Tags: ,

Sol.Din. Domande | Sol.Din. Novità